BenEssere: le buone abitudini per prevenire lo stress

Siamo responsabili in prima persona del nostro benessere, perchè è attraverso le nostre  abitudini quotidiane che possiamo acquisire e mantenere un buon equilibrio psicofisico ed emotivo, sfruttando solo la parte buona dello stress (eustress).

Anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2011 ha ridefinito il concetto di SALUTE , e di conseguenza di benessere, indicandolo come “la capacità di adattamento e di auto gestirsi di fronte alle sfide sociali, fisiche ed emotive”.

Far fronte allo stress modificando le abitudini

Oltre al grande passo avanti compiuto negli ultimi decenni rispetto all’approccio cartesiano che manteneva divisi nella medicina occidentale “corpo e mente”, questa definizione evidenzia  sempre più la responsabilità individuale del prendersi cura del proprio benessere, non facendo affidamento solo sulle cure farmacologiche.

I fattori di stress sono inevitabili nella nostra vita ma vanno considerati negativi (distress) solo quando eccedono un determinato livello a causa dell’intensità o del protrarsi nel tempo.

In questo caso, diventano responsabili di circa il 70% delle nostre patologie perchè le difese del sistema immunitario vengono indebolite dall’aumento di produzione del cortisolo, l’ormone principale responsabile dello stress.

Le donne sono le più vulnerabili

Sono soprattutto le donne, in particolare, impegnate come sono in una molteplicità di ruoli che soffrono frequentemente di un carico eccessivo di stress, anche a causa di un insieme di condizionamenti educativi e culturali che inducono a farsi carico di molte, troppe, responsabilità.

A noi donne, allora, imparare a definire priorità, a chiedere aiuto, a “dire di no” e a riequilibrare l’impatto dello stress attraverso l’adozione di abitudini quotidiane adatte a mantenere o recuperare il nostro equilibrio psicofisico ed emotivo.

Pratiche semplici di basso o nessun costo

Si tratta di pratiche semplici, spesso senza nessun costo, che devono però diventare uno stile di vita e di pensiero. Solo in questo modo matureremo quella capacità di adattamento che ci permette di attraversare in modo vincente le sfide di ogni giorno.

Ad esempio, possiamo imparare a respirare correttamente, concentrando semplicemente la nostra attenzione sulle fasi di inspiro ed espiro per alcuni minuti, seduti in posizione confortevole. In breve la frequenza cardiaca rallenterà e la mente avvertirà un senso di leggerezza rispetto al rimuginio costantemente presente.

Un’altra risorsa straordinaria e che tutti possiedono è la risata, proprio quella che da bambini ci scuoteva a crepapelle. Avete mai pensato al fatto che quando ridiamo la nostra mente non può dedicarsi a niente? si svuota di ogni pensiero e preoccupazione e la risata ci dona un senso di benessere profondo che perdura per diverso tempo.

Possiamo ritrovare la capacità di ridere frequentando uno delle centinaia di Club della Risata presenti in tutta Italia dove si pratica gratuitamente lo Yoga della Risata.

Oppure, possiamo utilizzare l’aromaterapia per sperimentare fragranze, come il gelsomino, che ha proprietà calmanti e antidepressive o l’ascolto di musica a 432 hz, definita la frequenza del cuore che genera armonia con un effetto di riequilibrio del nostro organismo.

Sta a noi decidere la qualità della nostra vita.

Abbiamo a disposizione molte attività fra le quali scegliere e il laboratorio esperienziale “Semi di BenEssere” si pone proprio l’obiettivo di approfondirne alcune i cui benefici sono stati scientificamente dimostrati come la respirazione pranayama, la risata, la gratitudine, il rilassamento attraverso la visualizzazione, la meditazione, la creazione di mandala, l’uso degli oli essenziali e della cromoterapia.

Aiutare il nostro corpo e la nostra mente ad affrontare le inevitabili fatiche di ogni giorno bilanciandole con momenti di relax, nei quali ci prendiamo cura di noi è una sceltad’amore che ci ripagherà con meno stress e più felicità e BenEssere.