RIDERE E IMPARARE, SI PUÒ: UNA SERIA ED EFFICACE FORMAZIONE ESPERIENZIALE

I corsi di crescita personale che ti propongo devono la loro efficacia alle metodologie esperienziali che propongo, perché ci riconducono al gioco e al piacere di nuove conoscenze. Infatti ci sono molte buone proposte di formazione outdoor ma personalmente non ti propongo prove in canoa, attraversamenti su ponti tibetani o di cimentarti in uno sport di squadra.

Nei miei Corsi non si esce dall’«aula» ma si utilizza uno spazio che ricorda da vicino una palestra, ci si siede a semicerchio senza tavoli a costituire barriere, ci si veste in modo comodo e quasi sempre… si tolgono le scarpe. I temi sono sviluppati con metodologie interattive che includono in basket, rôle play con videoriprese, case history, lavori in sottogruppo e dibattiti in plenaria ma utilizzano anche esercizi di risata incondizionata e di respirazione profonda, momenti di meditazione e, in generale, tecniche per accrescere la consapevolezza personale e la fiducia in sé stessi.

Questo permette di creare un clima che favorisce l’apprendimento attraverso l’apertura al confronto e l’assunzione di un atteggiamento disponibile e positivo e, inoltre, di conoscere modalità pratiche per il benessere psico-fisico e la gestione dello stress che possono diventare nuove, energizzanti, abitudini felici.

Yoga della risataCertificazione internazionale Leader Yoga della Risata
Milano, 17-18 ottobre 2020

Due intense e divertenti giornate per conoscere la disciplina olistica che “ti cambia la vita” perchè ti insegna ad allenare la tua capacità di ridere e affrontare in modo positivo ogni aspetto della vita personale e professionale.

Indispensabile se tieni alla tua crescita personale e se vuoi “stare bene”, utile se lavori “con e per le persone” – ad esempio, come coach, counselor, formatore, operatore socio-sanitario – e vuoi arricchire le tue proposte con un metodo di immediata efficacia.

Sharing is caring!

Team building: chi ride insieme, lavora insieme
Corso progettato ad hoc per l’azienda

Se sei un imprenditore oppure il responsabile di un team di collaboratori o il responsabile delle Risorse Umane nella tua azienda, conosci molto bene il tema del “lavorare in squadra”.

Probabilmente hai già organizzato team building aziendali e hai toccato con mano quanto sia difficile realizzare quell’intesa e spirito di collaborazione che sono alla base dei migliori risultati aziendali.

Ci sono davvero molte idee di team building ma la soluzione che ti propongo non è solo originale, rapida ed efficace ma è anche in grado di produrre benefici sia sul piano delle attività del gruppo sia su quello del miglioramento del benessere individuale dei tuoi collaboratori.

Sharing is caring!

Come gestire stress e ansia
In programmazione

Ci sentiamo stressati quando avvertiamo il peso dell’esistenza, non vediamo vie d’uscita e avvertiamo molta fatica fisica ed emotiva.

In questi casi, lasciando il ricorso ai farmaci come ultima possibilità, conviene imparare a gestire i fattori di stress “tossico” (di-stress) per ritrovare il giusto equilibrio e uno stato di benessere.

Nel corso analizzeremo il tema dello stress e scopriremo che non è tutto negativo e cercheremo anche di scoprire qual è il limite critico da non superare per mantenere l’energia dello stress tonico (eu-stress), indispensabile per gestire con successo i nostri impegni, individuando per tempo i “campanelli d’allarme”.

Sharing is caring!

public speakingComunicare in pubblico
In programmazione

Chi deve creare una relazione con platee (siano piccole o vaste) necessita di scoprire quali sono i segreti e le regole che permettono di essere il più efficace e coinvolgente possibile.

Approfondiremo l’aspetto della creazione dei contenuti e quello dell’esposizione con numerose prove pratiche, videoriprese e simulazioni.

Sharing is caring!

Comunicazione efficace: le 7 abilità assertive per relazioni di successo
Arese, dal 19 settembre 2020 – 4 incontri a cadenza settimanale
Online (piattaforma Zoom) – 5 incontri a cadenza settimanale dal 24 ottobre 2020

Per diventare assertivi occorre “uscire dal guscio”, metafora della comfort zone che ci impedisce di attuare quei cambiamenti in grado di renderci più soddisfatti e di realizzare i risultati che desideriamo!

Qualcuno pensa che una persona assertiva si comporti in modo “aggressivo” ma non è affatto così. Nella realtà la Comunicazione Assertiva si sintetizza nel concetto “io sono ok – tu sei ok”, ovvero rispetto reciproco nelle relazioni. Sempre.

Rispetto portato verso gli altri ma anche preteso per i propri punti di vista, diritti, scelte e decisioni in ogni situazione e relazione.

La capacità asservita è un metodo eccellente per il rafforzamento dell’autostima, lo sviluppo delle abilità sociali, la gestione dello stress e la capacità di perseguire con successo i propri obiettivi personali e professionali.

Un’idea semplice ma che, per poter essere interiorizzata e utilizzata con naturalezza, necessita di saper gestire sette punti-chiave della comunicazione interpersonale e, precisamente:
– sviluppare fiducia in sé stessi
– saper ascoltare attivamente
– dire di no: quando, come e perché
– assumersi responsabilità, affrontare rischi
– scambiarsi critiche costruttive
– utilizzare il feed-back positivo
– porsi obiettivi chiari e realistici

Un percorso di crescita personale completo e che produce importanti risultati in tutti gli ambiti di vita.

Sharing is caring!

Scopri le tue emozioni e come avere relazioni di successoCome gestire le emozioni e sviluppare l’intelligenza del cuore
In programmazione

Le emozioni possono essere le nostre migliori alleate nella vita professionale e personale ma, al Quoziente Emotivo, generalmente viene dedicata poca attenzione perché diamo più importanza all’aspetto razionale e intellettivo nelle relazioni, soprattutto nel mondo del lavoro.

Questo rende più difficili i nostri rapporti in ogni campo perchè blocca circa il 93% della nostra potenzialità espressiva e della capacità di comunicare con empatia che ci rende credibili nei confronti degli altri.

Fortunatamente, mentre il Quoziente Intellettivo è sostanzialmente prefissato alla nascita, la crescita emotiva è un processo che ci impegna per tutta la vita e «sentire» le proprie emozioni è una abilità che può essere affinata e allenata con costanza.

Sharing is caring!

Comunicazione non verbaleLinguaggio del corpo: quello che le parole non dicono
In programmazione

Secondo l’antropologo A. Mehrabian – le parole trasmettono solo il 7% delle notizie mentre il resto è lasciato ai gesti, al tono di voce, al viso, all’uso degli spazi. Per migliorare la capacità di ascolto e di comprensione nelle tue relazioni non puoi ignorare questo aspetto fondamentale.
Infatti, se i messaggi “non verbali” sono coerenti con la parola hanno un effetto rafforzativo. Invece se, come frequentemente capita, risultano in contrasto, diminuiscono o addirittura annullano l’efficacia della comunicazione.

Sharing is caring!

abitudini per il benessereBuone abitudini quotidiane per il benessere
In programmazione

Le situazioni che generano stress fisico, emotivo e psicologico sono frequenti nel lavoro e nella vita personale e non è sempre facile reagire con equilibrio e buonumore.

Ma lo stress non è solo un nemico, anzi è indispensabile alla sopravvivenza perchè fornisce la motivazione ad agire, a conseguire risultati ai quali teniamo.

Per questa ragione occorre trovare il giusto equilibrio che permetta di mantenerlo nella giusta misura, per favorire il nostro benessere scoprendo ed utilizzando le numerose strategie per prevenirlo.

Dalla scrittura terapeutica all’aromaterapia, dalla risata ritrovata alla creazione di mandala, dalla meditazione alla corretta respirazione e molte altre alternative fra le quali scegliere quella più adatta a ciascuno.

Sharing is caring!

Leadership: influenzare con successo
In programmazione

Le competenze manageriali sono frutto di un approfondito percorso di crescita personale perchè il rapporto instaurato con i collaboratori è la vera chiave di volta del successo di qualsiasi impresa e sicuramente ricorrere alla posizione formale gerarchica per esercitare una guida di natura autoritaria o paternalistica, equivale ad una sconfitta ed è una scelta che non produce risultati efficaci.

Guidare con successo i collaboratori è, invece, frutto della capacità di leadership di un manager, ovvero della sua competenza nell’influenzare positivamente, comunicare con empatia, far emergere le motivazioni ed aspettative degli individui e condurre in modo autorevole verso il raggiungimento di risultati.

Sharing is caring!