Come gestire le emozioni e sviluppare l’intelligenza del cuore

per imparare a prendere una decisione

Il rossore ti colora il viso in modo incontrollabile quando ti senti a disagio in una situazione? Quando provi rabbia ti esce una sgradevole voce in falsetto e ti fremono le mani? Senti un dolorino proprio dietro al collo ogni volta che avverti ansia? Se incontri qualcuno che ti piace abbassi lo sguardo, non trovi più parole per esprimerti e vorresti saperne di più su come gestire le emozioni?

Niente paura, queste difficoltà non riguardano solo te ma tutta l’umanità! Fin dalla nascita veniamo educati a gestire la parte razionale del nostro cervello, quella cognitiva che presiede il linguaggio.

Impariamo parole, grammatica, sintassi e semantica per esprimerci correttamente ma quasi mai riceviamo una educazione similare per quanto riguarda ciò che “sentiamo” dentro di noi, la nostra parte emotiva.

Ti starai chiedendo se esiste una soluzione e la risposta è “certamente”!

Fino a poco tempo fa ci si preoccupava del Quoziente Intellettivo (Q.I.) di un individuo e si trascurava il Quoziente Emotivo (Q.E.) che può essere allenato ed accresciuto per tutta la vita e che influenza in modo preponderante la qualità delle nostre relazioni interpersonali e anche il nostro benessere generale.

Ciò si spiega con il fatto che la notorietà del tema “emozioni” è molto recente e si deve ad un giornalista scientifico, Daniel Goleman che alla fine degli anni ’90 ha pubblicato il libro “Intelligenza Emotiva: che cos’è e perché può renderci felici”, considerato ormai un riferimento fondamentale sull’argomento e che, in estrema sintesi afferma che il Q.E. è più importante del Q.I.

In precedenza le emozioni erano materia per pochi psicologi ed antropologi e per questo motivo gli educatori non sono stati di aiuto agli adulti di oggi.

Fortunatamente adesso anche i bambini più piccoli sono in grado di citare le sei emozioni primarie: paura, rabbia, gioia, tristezza, sorpresa, disgusto e fin dalla scuola materna gli insegnanti dedicano molta attenzione all’argomento.

Questo è importante perché conoscere come gestire le emozioni significa farne le nostre migliori alleate nella vita professionale e personale.

Infatti, il Q.I. senza il Q.E. può farci ottenere il massimo dei voti in un test, senza però che questo significhi essere in grado di riuscire nella vita, in quanto è il Q.E. ad essere responsabile dell’autostima e della consapevolezza di sé, della sensibilità e dell’adattabilità sociale.

La competenza emotiva è una articolata mescolanza di fattori come l’autocontrollo, la perseveranza, l’empatia e l’attenzione agli altri; accrescerla consente di governare le emozioni e guidarle nelle direzioni più opportune.

La soluzione è seguire un corso di crescita personale che ti faccia recuperare ciò che è stato trascurato e ti consenta d’ora in poi di gestire le emozioni che avverti e riconoscere quelle dei tuoi interlocutori.

La metodologia

Le metodologie esperienziali che ti propongo si rivelano efficaci perché ci riconducono al gioco e al piacere di nuove conoscenze, infatti ci sono molte buone proposte di formazione outdoor ma personalmente non ti propongo prove in canoa, attraversamenti su ponti tibetani o di cimentarti in uno sport di squadra.

Nei miei Corsi non si esce dall’«aula» ma si utilizza uno spazio che ricorda da vicino una palestra, ci si siede a semicerchio senza tavoli a costituire barriere, ci si veste in modo comodo e quasi sempre… si tolgono le scarpe. I temi sono sviluppati con metodologie interattive che includono in basket, rôle play con videoriprese, case history, lavori in sottogruppo e dibattiti in plenaria ma utilizzano anche esercizi di risata incondizionata e di respirazione profonda, momenti di meditazione e, in generale, tecniche per accrescere la consapevolezza personale e la fiducia in sé stessi.

Questo permette di creare un clima che favorisce l’apprendimento attraverso l’apertura al confronto e l’assunzione di un atteggiamento disponibile e positivo e, inoltre, di conoscere modalità pratiche per il benessere psico-fisico e la gestione dello stress che possono diventare nuove, energizzanti, abitudini felici.

Questo corso fa per te se…

  • Desideri conoscere meglio i processi emotivi che governano le tue azioni e decisioni
  • Sei motivato ad analizzare le tue reazioni fisiche per scoprire a quali emozioni corrispondono e desideri imparare a gestirle per accrescere il tuo Quoziente Emotivo
  • Intendi migliorare la predisposizione, l’apertura e l’empatia verso le altre persone
  • Vuoi accrescere la tua attitudine al “successo” e sei disposto a voler trasformare esperienze e situazioni negative in una palestra di vita

Perché puoi avere fiducia in me…

Negli ultimi 30 anni ho formato circa 20.000 persone e, a parte i feedback raccolti attraverso i questionari strutturati, la cosa per me più significativa è avvertire negli  individui che ho di fronte ciò che avviene quando la mente scopre una diversa prospettiva, una strada nuova per affrontare una situazione difficile, un “sentire” intimo e profondo che motiva al cambiamento.

E puoi avere fiducia in me perché mi occupo di comunicazione, emozioni, gestione dei conflitti studiando e aggiornandomi costantemente. Mi appassiona e sono felice di trasmettere queste competenze alle persone che seguono i miei corsi.

Quali sono i benefici di questo percorso…

L’obiettivo del corso è migliorare la consapevolezza della capacità individuale di percepire le emozioni – a partire da un interessante test per fare il punto della situazione iniziale – e riflettere sui pregiudizi e condizionamenti che possono aver “bloccato” questa importante modalità espressiva.

I benefici che potrai ottenere

  • Comprendere le emozioni

Significa saper riconoscere le nostre emozioni (quello che stiamo provando) e quelle degli altri ed essere in grado di individuare i nostri schemi comportamentali per poterli cambiare. Una maggiore consapevolezza è il passo fondamentale per agire un cambiamento positivo.

  • Saper finalizzare le emozioni

Le emozioni sono energia allo stato puro che possiamo indirizzare verso ciò che consideriamo realmente importante, valutando delle alternative alle nostre reazioni consolidate e inconsce e sostenendo la nostra motivazione positiva.

  • Agire intenzionalmente nelle relazioni interpersonali

La definizione di obiettivi specifici ci permette di individuare la migliore strada da compiere ed effettuare scelte coerenti con ciò che riteniamo importante nella nostra vita, tenendo in considerazione il valore della relazione con gli altri e sviluppando empatia. La chiarezza di visione è ciò che guida le nostre scelte rendendoci veramente protagonisti nella nostra vita.

Contenuti degli incontri

  • Emozione e pensiero cognitivo: il ruolo dell’amigdala
  • Cos’è l’Intelligenza Emotiva: origini e definizione
  • Migliorare la consapevolezza del nostro sentire interiore e raggiungere la «maturità» emotiva approfondendo le cinque caratteristiche individuate da Goleman che permettono di imparare a gestire le emozioni, ovvero
  1. consapevolezza di sé, (del proprio stato emotivo), ovvero riconoscere e saper esprimere i propri sentimenti con assertività, saper valutare i propri punti deboli e punti di forza, capire in che cosa si può migliorare e gestire le critiche come spunti costruttivi, avere più fiducia in sé stessi e sulla possibilità di realizzare i propri obiettivi
  2. gestione del sé, che concerne l’autocontrollonel riuscire a dominare le emozioni forti e i turbamenti al fine di incanalarli verso fini costruttivi, nonché la soddisfazione di sè che si ottiene dalla trasparenza di un’autentica apertura agli altri dei propri sentimenti, opinioni, azioni;
  3. empatia, ossia la capacità di percepire e riconoscere i sentimenti degli altri, armonizzarsi emotivamente con loro e “mettersi nei loro panni”;
  4. motivazione, ossia la capacità di guidare e spronare sé stessi al raggiungimento dei propri obiettivi, diventando attori del proprio cambiamento;
  5. abilità sociali, dunque gestire bene le emozioni nelle relazioni e saper leggere accuratamente le situazioni sociali in modo da mantenere efficaci le interazioni anche in caso di conflitto o problemi comunicativi.
  • Come acquisire il giusto grado di autoconsapevolezza per riuscire a liberare il proprio potenziale di Intelligenza Emotiva
  • Come prendere decisioni maggiormente sostenibili per conseguire il successo desiderato: importanza degli obiettivi
  • Relazionarsi in maniera più efficace in ogni situazione, personale e professionale, dando voce al nostro mondo interiore emotivo e sapendo leggere le reazioni e i sentimenti altrui con empatia
  • Identificare quali sono le tecniche per allenare le competenze di Intelligenza Emotiva

Quando, dove, quanto…

Le due opzioni del corso prevedono la cadenza settimanale degli incontri per permettere, fra un incontro e l’altro, di applicare nella pratica di tutti i giorni i concetti teorici approfonditi durante il Corso e di consolidare nuovi comportamenti nelle relazioni verificando direttamente i risultati.

La metodologia applicata è interattiva ed esperienziale per facilitare un efficace apprendimento.

Il corso è a numero chiuso per favorire le migliori condizioni di scambio e condivisione fra i partecipanti.

.

Edizione in presenza

Milano, in programmazione

4 incontri a cadenza settimanale,
dalle 14.00 alle 18.00

Quota di partecipazione:
250 euro IVA esente

Edizione online

Piattaforma Zoom – in programmazione

5 incontri a cadenza settimanale,
dalle 14.00 alle 17.00

Quota di partecipazione:
200 euro IVA esente

Ad hoc per la tua organizzazione

Progettiamo la soluzione migliore per i tuoi bisogni, individuando tempi e modalità ottimali per realizzare il percorso più adatto.